Errori comuni in italiano

Uno degli errori che vengono fatti più spesso da chi studia l'italiano come lingua straniera

In questo video spiego un errore che viene fatto molto spesso da chi studia l'italiano.

L'errore riguarda le parole "asciutto" e "asciugato". Molte persone che studiano l'italiano pensano che queste parole possano essere usate come sinonimi. In realtà, in alcuni casi bisogna usare la parola "asciutto" e in altri la parola "asciugato".

Se vuoi sapere come evitare uno degli errori più comuni in italiano, clicca sul video qui sotto!

Altri errori comuni:

Uno degli errori più comuni in italiano:
Asciutto vs. asciugato

In questo video spiego come evitare un errore piuttosto diffuso, che consiste nell'usare la parola "asciutto" al posto della parola "asciugato" (e viceversa).

Nel video spiego qual è la forma corretta e come bisognerebbe dire

Nota: Questo è un video per chi sta imparando la lingua italiana. Per "errori più comuni in italiano" intendo gli errori fatti da chi studia l'italiano come lingua straniera, non gli errori commessi dai madrelingua italiani.

Se vuoi parlare bene l'italiano evitando gli errori più diffusi, questo video fa per te!

Per maggiori informazioni sul video, clicca qui!

Se stai imparando l'italiano, ISCRIVITI al canale Youtube unlearningitalian.org! Su questo canale, infatti, pubblico regolarmente delle videolezioni in cui spiego gli errori più comuni e come evitarli.

Cos'è questo video?

In questo video parlo di uno degli errori più comuni in italiano* e indico come evitarlo. L'errore riguarda le parole "asciutto" (aggettivo) e "asciugato" (participio passato). L'errore consiste nell'usare queste 2 parole in modo intercambiabile.

Nel video qui sopra:

  • spiego in modo dettagliato questo errore;
  • faccio alcuni esempi concreti con questo errore;
  • spiego perché è sbagliato dire così;
  • indico qual è la forma corretta e/o come bisognerebbe dire;

*Nota: Quando dico "gli errori più comuni in italiano" mi riferisco agli errori fatti da chi studia l'italiano come lingua straniera, non agli errori fatti dai madrelingua italiani. Questi video sono delle lezioni di italiano per stranieri.

Per chi è pensato questo video?

Questa è una lezione di italiano per stranieri. In altre parole, questo video è pensato per chi sta imparando l'italiano come lingua straniera. Mi riferisco, ad esempio, a:

  • chi sta imparando la lingua italiana da autodidatta, per esempio guardando dei video su YouTube;
  • chi sta seguendo corsi o lezioni di italiano;
  • chi sta imparando l'italiano con delle lezioni private; ecc.

Queste persone spesso fanno l'errore di cui parlo nel video. Il video si rivolge alle persone interessate a parlare bene l'italiano evitando gli errori più diffusi.

Trascrizione completa del video (testo integrale)

Di seguito trovi il testo del video (l'ho trascritto manualmente parola per parola).

Salve gente, io sono Luca e questo splendido video è una lezione di italiano per stranieri. In altre parole, questo video è pensato per quelle persone che stanno studiando l'italiano come lingua straniera. Detta altrimenti, questo video è per quelle persone che vogliono parlare bene l'italiano. Non mi riferisco soltanto alle persone che stanno seguendo un corso di italiano all'università oppure in una scuola di italiano, ma anche a quelle persone che vogliono imparare l'italiano da sole. In particolare, su questo canale pubblico video pensati per quelle persone che hanno già acquisito le basi della lingua italiana e che vorrebbero migliorare il proprio livello. Se vi interessa veramente imparare nuove espressioni idiomatiche, nuovi modi di dire, nuovi proverbi italiani, potreste valutare l'ipotesi di iscrivervi al canale, in modo da non perdervi gli aggiornamenti. Detto ciò, in questo episodio volevo parlare di un errore piuttosto comune, che riguarda le parole ASCIUGATO e ASCIUTTO. Questo è un errore che viene fatto molto spesso dagli stranieri che studiano l'italiano. L'errore è che, fondamentalmente, molti stranieri usano queste parole come se fossero sinonimi, come se fossero intercambiabili. Cioè usano "asciutto" al posto di "asciugato" e viceversa. Il problema è che queste parole vanno usate in due modi diversi. Cioè "asciutto" viene usato in determinati casi, "asciugato" viene usato in altri casi. Ecco, io vi ho detto solo il maschile singolare di queste parole. Però chiaramente queste parole hanno ciascuna 4 forme. Quindi avremo asciugato, asciugata, asciugati e asciugate. Oppure: asciutto, asciutta, asciutti, asciutte. Ma facciamo un passo indietro e facciamo subito un esempio concreto. Facciamo finta che io abbia lasciato la bicicletta fuori, per strada. E facciamo finta che si metta a piovere. Quindi la mia bicicletta è fuori per strada, piove - cosa succede? Che la bicicletta si bagna. Cioè le gocce di pioggia cadono sulla bicicletta, la bicicletta si bagna. No?! Questo è voce del verbo "bagnarsi". Quindi la bicicletta si è bagnata. Se io poi vado a controllare, vedo che la bicicletta è bagnata. Se io dico "si è bagnata", la parola "bagnata" è parte del verbo - "si è bagnata". Se io invece dico "la bicicletta è bagnata", in questo caso la parola suona uguale, è la stessa parola, però viene usata come aggettivo. In questo caso se dico "la bicicletta è bagnata", la parola "bagnata" è aggettivo. Se poi smette di piovere, esce il sole, no? Passa qualche ora, cosa succede? Che la bicicletta, che era bagnata, si asciuga. Cosa vuol dire che si asciuga? Vuol dire che, fondamentalmente, adesso, senza entrare nei dettagli tecnici, l'acqua diciamo evapora. E quindi se poi uno tocca la bicicletta, la bicicletta non è più bagnata. Quindi la bicicletta si asciuga. Si asciuga - voce del verbo "asciugarsi". Sicuramente conoscete il verbo "asciugarsi", asciugare - asciugarsi. In questo caso dico: "la bicicletta si asciuga". Fondamentalmente, a livello di significato, "si asciuga" è il contrario di "si bagna". Quando piove la bicicletta si bagna, quando poi esce il sole la bicicletta si asciuga, cioè torna com'era prima che piovesse. Per intenderci, no, quando la bicicletta è bagnata, sulla bicicletta ci sono delle piccole goccioline d'acqua, il sellino è umido, ecc. Poi la bicicletta si asciuga e non ci sono più queste piccole goccioline d'acqua sulla bicicletta, il sellino non è più umido. Se la bicicletta si asciuga, io posso dire che la bicicletta si è asciugata. In questa frase, la parola "asciugata" fa parte del verbo, è un participio passato che fa parte del verbo - la bicicletta "si è asciugata". E qui veniamo all'errore che fanno molte persone. Molte persone dicono: La bicicletta si è asciugata, quindi adesso la bicicletta è asciugata. Vi ricordate che prima vi ho fatto l'esempio: La bicicletta si è bagnata, quindi la bicicletta è bagnata. Cioè lo stesso participio veniva usato come aggettivo. Quindi gli stranieri che studiano l'italiano fanno questa analogia e dicono: La bicicletta si è asciugata, quindi potremmo dire che la bicicletta è asciugata? La risposta è: No! è sbagliato dire così. Non possiamo dire così.perché l'aggettivo corrispondente al verbo "asciugare" non è "asciugato", ma "asciutto". Quindi dovremo dire che la bicicletta è asciutta. Quindi, in altre parole, noi abbiamo da un lato il participio "asciugato", che viene usato come parte del verbo. Se invece noi vogliamo usare l'aggettivo, dobbiamo dire "asciutto". Chiaramente poi queste parole devono concordare con il sostantivo a cui si riferiscono. Quindi in questo caso c'è "bicicletta", dovrà essere femminile. Quindi "la bicicletta si è asciugata" e "la bicicletta è asciutta". Ma facciamo un altro esempio in cui usiamo il verbo "asciugare" e non il verbo "asciugarsi". Facciamo finta che io, dopo che ha piovuto, abbia bisogno di usare subito la bicicletta. Quindi non posso aspettare che esca il sole, no?! Mi serve subito la bicicletta. Quindi cosa devo fare? La devo asciugare. Quindi magari prendo un panno e asciugo il sellino. Quindi in questo caso posso dire che "ho asciugato" la bicicletta. Quindi: "Ho asciugato la bicicletta". Nell'esempio precedente avevo detto: "La bicicletta si è asciugata", perché io non avevo fatto niente. Col passare del tempo, col fatto che era uscito il sole, la bicicletta si era asciugata. In questo caso, invece, io col panno asciugo la bicicletta. Quindi ho asciugato la bicicletta. è importante, fondamentale, che io dica "ho asciugato la bicicletta", non "Ho asciutto la bicicletta". Perché devo dire così? Perché in questo caso questa parola fa parte del verbo. è un participio passato. Quindi il participio passato è "asciugato" non è "asciutto". Non posso dire "ho asciutto la bicicletta", oppure "ho asciutta la bicicletta". Al contrario, se voglio dire che la bicicletta non è più bagnata, posso dire, devo dire: "La bicicletta è asciutta". Quindi in questo caso aggettivo. Facciamo un altro esempio più dinamico. Facciamo finta che io sia insieme a una mia amica e lei mi dica: "Asciuga questa pentola, è bagnata!" E io le rispondo: "Ma non è bagnata, guarda che è asciutta!". Vedete quindi la differenza? In un caso lei ha detto "Asciuga" - quindi voce del verbo "asciugare" - e io le ho risposto: "è asciutta". Non le ho detto: "è asciugata". Facciamo un esempio che illustri ancora meglio questa differenza. Io potrei rispondere alla mia amica: "Ma guarda che è già asciutta! L'ho già asciugata!". "Ma guarda che è asciutta, l'ho già asciugata!". Vedete quindi la differenza: nella prima parte della frase ho detto "è asciutta", perché ho usato la parola come aggettivo, nella seconda parte ho detto "l'ho già asciugata" perché ho usato questa parola come participio passato. Quindi molto semplicemente ricordatevi questa cosa: se volete usare il participio passato del verbo asciugare dovete dire "asciugato". Quindi come parte dei verbi dovete usare la parola "asciugato". Chiaramente a seconda dei casi direte asciugato, asciugata, asciugati, asciugate. Se invece volete usare questa parola come aggettivo, ad esempio nella frase è + aggettivo, dovete usare la parola "asciutto", quindi "è asciutto", "è asciutta", "sono asciutti", "sono asciutte". Io ecco ho fatto l'esempio per quanto riguarda l'aggettivo col verbo essere, no?! Volendo potreste usare la parola asciutto in un altro modo, cioè come aggettivo. Per esempio io posso dire: "un clima asciutto". Ecco, in questo caso usiamo sempre la parola asciutto. E non la parola asciugato. Allo stesso modo potreste dire, non so: "La pentola mi sembra asciutta". Insomma, avete capito: gli usi standard degli aggettivi. Tra parentesi, questo aggettivo, "asciutto", può essere usato anche in senso figurato. Forse non conoscete questo modo di usare l'aggettivo "asciutto". Allora, fondamentalmente, noi possiamo dire che una persona è asciutta. Com'è una persona asciutta? è una persona che parla poco. Una persona di poche parole. Possiamo dire, per esempio: "Giovanni è una persona asciutta". Che significa? Significa che a Giovanni non piace parlare più di tanto. Non è una persona che parla tanto. Quindi una persona asciutta è il contrario di una persona loquace. Può essere usato anche per indicare il fatto che la persona non soltanto non parla tanto, ma in generale è una persona riservata, piuttosto chiusa. Poi l'aggettivo "asciutto" può essere usato anche in riferimento a una risposta. Possiamo dire, per esempio: "Mi ha deto una risposta asciutta". Che significa? Una rispsota breve, una risposta costituita da poche parole. Avete presente quando le persone vi rispondono a monosillabi, no? Noi possiamo dire che danno una risposta asciutta. Volendo è un po' come una risposta secca. Ed effettivamente in italiano diciamo in entrambi i modi. Cioè: "Mi ha dato una risposta secca", oppure "Mi ha dato una risposta asciutta". Oppure possiamo dire: "Ha rispsoto in modo asciutto", "Ha risposto in modo secco". E in particolare, poi, se diciamo che una persona risponde in modo asciutto, ci riferiamo al caso in cui la persona pronunci questa parola e poi faccia capire che la frase termina lì. Che non vuole dire altro, e in generale che non ha voglia di parlare. Se una persona risponde in modo asciutto, vuol dire che non ha voglia di aggiungere altro. Cioè risponde giusto lo stretto necessario. Voi le fate una domanda, lei risponde, ma non aggiunge altro. Come vedete, in tutti questi casi noi usiamo la parola "asciutto" e non la parola "asciugato" perché è un aggettivo. Ci serve un aggettivo. E quindi usiamo la parola "asciutto". Spero che la differenza tra "asciugato" e "asciutto" sia chiara. Prima di concludere, volevo dire che il verbo "asciugare" può essere usato anche in senso figurato, in senso idiomatico. QUalche tempo fa avevo fatto un video sull'uso idiomatico del verbo asciugare. Qui in alto vi metto il link. Se avete voglia, dategli un'occhiata. Detto ciò, non mi resta che salutarvi. E che la forza dell'italiano avanzato sia con voi!.