homepage

In questo sito vengono usati dei cookie. Continuando a navigare nel sito, dai il tuo consenso all'uso dei cookie.

video lezioni di italiano avanzato per stranieri al livello avanzato

lezioni online di italiano B2, italiano C1 e italiano C2

lezione 1
lezione 2
lezione 3lezione 3
lezione 4
lezione 5
lezione 6
lezione 7
lezione 8
lezione 9
lezione 11
lezione 60
lezione 160
lezione 128
lezione 136
lezione 83
lezione 142
lezione 130
lezione 132
lezione 117
lezione 119

1. Che cos'è questo sito e per chi è pensato

Questo sito web contiene video lezioni online di italiano per stranieri. L'espressione "italiano per stranieri" va qui intesa in senso esclusivamente linguistico. Per stranieri si intende chiunque abbia come madrelingua o prima lingua (L1) una lingua diversa dall'italiano. In questa categoria rientrano quindi tutte le persone che non parlano l'italiano come L1, a prescindere dalla loro madrelingua e da fattori quali luogo di nascita, cittadinanza, nazionalità, ecc.

Di norma queste persone vengono collettivamente indicate come "studenti di italiano L2", "studenti di italiano come lingua straniera", "apprendenti di italiano L2", "apprendenti di italiano come lingua straniera", "discenti di italiano L2" oppure "discenti di italiano come lingua straniera". Visto e considerato che le parole "apprendenti" e "discenti" le ho sempre trovate a dir poco abominevoli, per riferirmi a queste persone userò principalmente le espressioni "studenti stranieri di italiano", "studenti di italiano", "studenti stranieri" o semplicemente "studenti". La parola "studenti" non va comunque interpretata in senso stretto e non indica soltanto quelle persone che apprendono in un contesto di tipo tradizionale/formale (es. a scuola o all'università). Con la parola "studenti" mi riferisco, infatti, a tutti quegli stranieri che stanno imparando, studiando o apprendendo l'italiano come lingua straniera, a prescindere dal contesto di apprendimento, dai materiali didattici usati e dalle modalità con cui imparano l'italiano. Lo stesso discorso vale per il verbo "studiare", che viene qui usato in senso lato, ovvero come sinonimo di "apprendere" e "imparare".

I contenuti di questo sito sono gratis e consistono in una serie di video lezioni di italiano in italiano. Le lezioni sono interamente in italiano perché sono pensate per gli studenti al livello avanzato. Di seguito indico brevemente e a grandi linee cosa si intende qui per "italiano avanzato". Per maggiori informazioni e una definizione più dettagliata, vai al capitolo 5.

Per quanto riguarda la competenza in italiano, questo sito web è pensato per quegli studenti di italiano come lingua straniera o come seconda lingua (italiano L2) che:

  • abbiano già appreso le basi della lingua italiana (italiano A1, italiano A2, italiano B1);
  • abbiano già appreso la grammatica italiana di base (grammatica italiana per i livelli A1, A2, B1);
  • abbiano sviluppato un vocabolario passivo relativamente ampio (vocabolario italiano per i livelli base e intermedio);
  • abbiano una buona competenza passiva in italiano, soprattutto per quanto riguarda la capacità di ascolto, che normalmente viene sviluppata con specifici esercizi d'ascolto, ascoltando appositi brani audio in italiano (es. registrazioni e dialoghi che possono essere scaricati da Internet per prepararsi a un esame di italiano), ascoltando / guardando podcast in italiano (audio podcast o video podcast) creati per aiutare gli studenti stranieri a imparare l'italiano oppure guardando dei video, dei telefilm o dei film in italiano ecc.;
  • siano in grado di comprendere materiali di ascolto per il livello intermedio avanzato (italiano livello B2) e i livelli avanzati di italiano (livelli C1 e C2);
  • abbiano superato esami e test di italiano livello A1, italiano livello A2 e italiano livello B1 e idealmente anche il livello B2 di italiano. Quest'ultima condizione è opzionale, visto che i contenuti di questo sito sono pensati per gli studenti di italiano come lingua straniera ai livelli B2 C1 e C2),
    ovvero, laddove non abbiano mai dato esami ufficiali d'italiano
  • siano potenzialmente in grado di superare senza problemi esami d'italiano per le certificazioni italiano A1, italiano A2, italiano B1 e ‒ idealmente ‒ italiano B2;
  • abbiano raggiunto ‒ a prescindere dalle certificazioni conseguite, dai corsi completati, dagli esami di italiano superati, ecc. - un livello effettivo di competenza in italiano che permetta di classificarli come studenti di livello avanzato (italiano C1 e C2) o intermedio avanzato (italiano B2);

Nota: Nell'elenco qui sopra, che voleva essere una presentazione sintetica, ho indicato soltanto le sigle del CEFR, che è il sistema più usato per la valutazione della competenza nelle lingue straniere. Per il significato delle varie sigle (italiano A1, A2, B1, B2, C1, C2) e per maggiori informazioni su ciascuno di questi livelli e il livello equivalente negli altri sistemi (CELI, CILS, PLIDA), vai al capitolo 6.

Nel complesso, non importa dove e come lo studente ha imparato l'italiano. I contesti di apprendimento, infatti, possono essere i più disparati. Lo studente potrebbe ad esempio aver raggiunto un livello avanzato di italiano

  • frequentando un corso di italiano all'università;
  • frequentando un corso serale di lingua italiana presso una scuola di lingue;
  • seguendo un corso online di italiano;
  • prendendo lezioni private d'italiano con un insegnante madrelingua (lezioni di italiano su Skype o dal vivo);
  • guardando delle lezioni online di italiano su Youtube;
  • seguendo canali Youtube, pagine Facebook, profili Instagram dedicati all'apprendimento della lingua italiana;
  • ascoltando dei podcast per imparare l'italiano;
  • facendo uno scambio linguistico tipo tandem con un madrelingua italiano;
  • leggendo un manuale d'italiano;
  • studiando su un libro di grammatica italiana;
  • facendo esercizi d'italiano per autodidatta;
  • parlando con uno o più parenti italiani :) ;
... e chi più ne ha più ne metta! i contesti di apprendimento sono virtualmente infiniti. Per una descrizione più dettagliata dei vari profili degli apprendenti e una classificazione schematica, leggi qui.

Il contesto e le modalità di apprendimento ‒ ovvero come lo studente ha raggiunto il livello avanzato - sono del tutto irrilevanti. L'unica cosa che conta è che lo studente straniero sia effettivamente in grado di capire l'italiano fluente.

Come dicevo, questo sito web offre una serie di lezioni di italiano per gli studenti al livello avanzato (o quanto meno intermedio-avanzato, indicato come "italiano B2") con una discreta / buona competenza passiva in italiano. Visto che le lezioni sono interamente in italiano, per sfruttarle al meglio bisognerebbe essere in grado di capire la maggior parte di quello che dice un madrelingua italiano che parli a velocità normale ‒ ovvero parlando alla stessa velocità con cui parlerebbe con un altro madrelingua (per maggiori informazioni su come andrebbero usati i podcast pubblicati su questo sito, vai al capitolo 8).

Da quanto detto si evince che le video lezioni di italiano di questo sito non si basano sul principio del parlare lentamente per facilitare la comprensione. Il motivo per cui in questi video l'insegnante parla a velocità normale è che i podcast fanno parte di un corso avanzato di italiano. Si rivolgono, in altre parole, a un target specifico e non sono pensate per chi studia l'italiano di base o chi studia l'italiano al livello intermedio (A2-B1). Per quanto questi video possano essere utili anche agli studenti di livello intermedio (italiano B1), per sfruttare al meglio questi podcast bisognerebbe aver raggiunto un buon livello di competenza passiva in italiano (per maggiori informazioni sui requisiti, leggi qui). Detta altrimenti, gli studenti dovrebbero essere già in grado di fare esercizi di ascolto italiano B2 C1 C2 e/o usare materiali audio per i livelli B2 ‒ C1 ‒ C2 di italiano.

Se hai già raggiunto un livello intermedio di italiano e vuoi migliorare il tuo italiano guardando dei video su Youtube ‒ questo sito fa al caso tuo! Se sei uno studente o una studentessa di italiano e stai cercando delle lezioni gratuite di italiano interamente in italiano ‒ questo sito fa al caso tuo! Puoi trovare utile questo sito anche se studi italiano all'università o in una scuola di lingue e devi superare test come l'esame di italiano B2 o l'esame di italiano C1 (nel capitolo 3 parlo più nel dettaglio delle varie motivazioni che potrebbero spingere gli studenti al livello intermedio/avanzato a voler migliorare il proprio italiano).

I destinatari di questo sito web non sono solo gli studenti di italiano al livello avanzato. I podcast pubblicati su questo sito, infatti, potrebbero essere utili anche agli insegnanti di italiano L2. Capita spesso, infatti, che un insegnante di italiano cerchi sul web degli spunti per delle lezioni di italiano coinvolgenti e interattive. In questi casi, l'insegnante di italiano di norma va sulla pagina di un motore di ricerca e scrive cose come: "esercizi di italiano", "modelli di dialoghi da fare in classe", "esercizi di comprensione italiano", "attività da fare in classe", "consigli su come strutturare una lezione di italiano coinvolgente", "esempi simulazione esame", "lezione per ripassare gli articoli" (oppure i pronomi combinati, i verbi riflessivi, le preposizioni articolate ecc.) e così via.

Nel fare ricerche di questo tipo, la speranza del docente di italiano è quella dei trovare dei materiali didattici da usare come integrazione / supplemento alle proprie lezioni oppure come compiti da dare a casa agli studenti del corso di italiano (es. come compiti regolari da una lezione all'altra oppure come ripasso generale nell'ottica di un esame incentrato su determinati aspetti della grammatica italiana). Il più delle volte, però, la qualità dei materiali online di italiano è ‒ per usare un eufemismo ‒ piuttosto bassa. Questo vale soprattutto per i livelli intermedi e avanzati (italiano B2, italiano C1, italiano C2). Nel complesso, su internet è molto, molto difficile trovare dei materiali per l'insegnamento dell'italiano ai livelli avanzati.

Se poi si aggiunge la parola "gratis", trovare risorse per insegnare l'italiano agli studenti al livello avanzato diventa praticamente impossibile. La maggior parte dei siti, infatti, si limita a pubblicare una mezza dozzina di modi di dire, di regole grammaticali, di esercizi di comprensione, di dialoghi con domande e risposte ‒ il tutto infarcito da banner pubblicitari infilati in ogni angolo della pagina. Vista la sproporzione tra pubblicità e contenuti didattici, la motivazione principale degli autori di questi siti sembra essere quella di attirare visitatori sul proprio sito inserendo specifiche parole chiave che vengono usate come specchietti per le allodole. In alcuni casi, poi, si scopre che il vero obiettivo del sito è quello di offrire lezioni di italiano su Skype oppure corsi di gruppo e che gli sporadici contenuti didattici vengono creati al solo scopo di attrarre visitatori sul sito.

Discostandosi in modo significativo dai siti di questo tipo, che contribuiscono soltanto a rendere ancora più difficile la ricerca online di materiali gratuiti per imparare l'italiano, il sito www.unlearningitalian.org pubblica video e podcast gratis per gli studenti stranieri ai ivelli avanzati di italiano (italiano B2, italiano C1 e italiano C2). I video pubblicati su questo sito intendono rispondere non solo alle esigenze degli studenti stranieri, ma anche a quelle degli insegnanti di italiano come lingua straniera (a prescindere che insegnino l'italiano online, su Skype o dal vivo).

Se sei un insegnante di italiano e stai cercando dei materiali per un corso avanzato di italiano, qui puoi trovare vari spunti per delle lezioni di italiano simpatiche e divertenti! Se sei stanco/a dei soliti siti spazzatura e cerchi una piattaforma con contenuti aggiornati regolarmente, questo sito fa al caso tuo!

Quella dei paragrafi precedenti voleva essere una presentazione sintetica dei destinari di questa lezione online di italiano per stranieri. Nel capitolo successivo descrivo più nel dettaglio le varie tipologie di destinatari di questa lezione. Se invece ti interessa capire meglio cosa si intende concretamente per "italiano avanzato", vai al capitolo 5 .

2. Le varie tipologie di destinatari di questo sito

Questo sito web è pensato sia per chi ha studiato l'italiano seguendo corsi e lezioni d'italiano, sia per chi ha appreso l'italiano in contesti naturali. Il sito è pensato anche per chi ha studiato l'italiano autonomamente, ovvero per chi ha imparato l'italiano da autodidatta. Il sito non si rivolge, dunque, a un'unica categoria di apprendenti di italiano come L2, ma a varie categorie di studenti. A seconda del background individuale dello studente e del contesto di apprendimento dell'italiano, è possibile distinguere diverse tipologie di destinatari delle lezioni di italiano pubblicate su questo sito.

Fermo restando che l'elenco seguente non intende esaurire l'intera casistica e viene riportato a fini esclusivamente illustrativi, si può dire che questo sito è pensato per chi ha studiato / imparato / appreso l'italiano:

  • all'università (in un'università italiana o in'università straniera dove si tengono corsi di italiano per stranieri);
  • in una scuola di lingue privata (es. a un corso serale d'italiano);
  • a scuola, ovvero nel contesto della scuola pubblica (nel caso di stranieri che hanno studiato l'italiano come materia scolastica);
  • con delle lezioni private di italiano (es. lezioni di italiano su Skype o di persona);
  • da autodidatta, con dei corsi online d'italiano;
  • da autodidatta, con materiali didattici d'italiano di qualsisi tipo;
  • parlando con uno o più madrelingua italiani (es. con parenti o persone conosciute tramite scambi linguistici tipo tandem per imparare l'italiano);
  • vivendo in Italia.

Nei paragrafi successivi descrivo brevemente le varie tipologie di destinatari di questo sito. Per una descrizione più dettagliata del concetto di "italiano avanzato per stranieri", vai al capitolo 5.

I destinatari di questo sito sono, innanzitutto, tutte quelle persone che hanno seguito lezioni di italiano all'università, per esempio nell'ambito di corsi di lingua e cultura italiana, corsi di grammatica italiana, corsi di filologia italiana per studenti stranieri, corsi di linguistica italiana per studenti stranieri, corsi di italiano per stranieri che intendono diventare insegnanti di italiano come lingua straniera, corsi di italiano per chi studia letteratura italiana, storia italiana, storia della lingua italiana, cultura italiana, traduzione, lingue romanze (e materie analoghe) presso una qualsiasi università straniera in cui venga insegnato l'italiano.

Il sito, inoltre, è pensato anche per quelle persone che, pur non avendo mai seguito veri e propri corsi di italiano all'università (intesi come corsi completi della durata di un semestre), hanno seguito lezioni di italiano interattive quali esercitazioni di lingua italiana per studenti stranieri (di solito tenute da un lettore madrelingua), esercitazioni pratiche di italiano (in cui di solito vengono fatti esercizi di ascolto, attività di comprensione, correzione di compiti scritti, ecc.), summer school di italiano, seminari sulla lingua e sulla grammatica italiana, workshop sulla lingua italiana, workshop di traduzione da e verso l'italiano e così via.

Nel complesso, in questa categoria rientrano sia gli stranieri che hanno studiato l'italiano all'università per motivi strettamente accademici (es. ottenere dei crediti formativi per materie variamente collegate alla lingua italiana), sia coloro che hanno studiato l'italiano all'università per ottenere una certificazione sulla competenza in italiano. Si pensi, ad esempio, al caso di una persona che, pur non frequentando alcun corso universitario collegato all'italiano, abbia avuto bisogno, per motivi di lavoro, di un certificato attestante la sua competenza nella lingua italiana (es. certificato italiano A1, attestato italiano A2, certifificazione italiano B1, ecc.).

Nella categoria rientrano, da ultimo, tutte quelle persone che hanno studiato l'italiano all'università pur non avendo alcuna necessità accademica/lavorativa e che lo hanno fatto spinte dal desiderio di imparare la lingua italiana e/o dall'amore per l'italiano :)

I destinatari di questo sito non sono solo le persone che hanno studiato l'italiano all'università, ma comprendono anche le persone che hanno imparato l'italiano in una scuola di italiano ‒ a prescindere dal tipo di istituto. Di solito, gli stranieri che non studiano l'italiano all'università, lo studiano:

  • in una scuola serale di italiano;
  • in un istituto di cultura italiana all'estero;
  • presso le strutture di un'associazione culturale italiana;
  • in una scuola di italiano per adulti;
  • in una scuola di italiano per bambini / ragazzi;

Di norma, gli studenti al livello avanzato di italiano non hanno seguito tutti lo stesso percorso. Il più delle volte, le persone che hanno imparato l'italiano presso una scuola o istituto di italiano non hanno un background omogeneo e hanno al contrario seguito corsi di tipo diverso per imparare l'italiano, tra cui ad esempio:

  • corsi d'italiano per chi lavora (es. 2‒3 lezioni serali a settimana);
  • corsi intensivi di italiano;
  • corsi full-immersion di italiano all'estero o in Italia;
  • workshop estivi di italiano (tenuto in un istituto diverso da un'università);
  • summer school di lingua italiana (che ha luogo in un istituto diverso da un'università);
  • corsi di un soggiorno studio in Italia per imparare o perfezionare il proprio italiano;
  • corsi un soggiorno studio-vacanza per vivere "un'esperienza Italia a 360 gradi" che permetta di migliorare il proprio italiano unendo l'utile al dilettevole;

Oltre alle categorie di studenti di cui sopra, questo sito si rivolge anche a quei ragazzi e quelle ragazze che hanno studiato l'italiano a scuola e hanno poi smesso di studiarlo. Questo vale sia per chi ha studiato l'italiano alla scuola primaria (alle elementari), sia per chi ha studiato l'italiano alla scuola secondaria (alle medie e alle superiori). Si pensi, ad esempio, al caso di uno studente o di una studentessa iscritti in un liceo linguistico di un Paese straniero in cui, tra le materie di studio, c'è anche l'italiano L2 (italiano come lingua straniera).

Tra i destinatari del sito ci sono, poi, tutte quelle persone che hanno imparato / appreso l'italiano con delle lezioni private ovvero lezioni d'italiano con un insegnante privato (di solito un madrelingua italiano), a prescindere dai metodi usati dall'insegnante d'italiano.

Ogni insegnante di italiano, infatti, usa un metodo diverso. Di conseguenza, gli studenti di italiano L2 possono aver raggiunto un livello avanzato di italiano usando metodi incentrati sulla grammatica italiana oppure grazie a ore di conversazione in italiano (interamente in italiano oppure parzialmente in italiano, a seconda delle preferenze dello studente e dell'insegnante) tese a far pratica con l'italiano e a far sentire a proprio agio lo studente quando parla in italiano.

Gli stranieri, inoltre, potrebbero aver seguito lezioni più o meno frequenti, es. qualche ora di italiano a settimana vs. un corso intensivo di italiano con un insegnante madrelingua. Un punto che ci tengo a sottolineare è che per "lezioni private di italiano" mi riferisco qui a lezioni con un solo studente o una sola studentessa alla volta (o comunque in gruppi ristretti, max 3 persone più l'insegnante). Visto che questo tipo di lezioni si caratterizza per modalità diverse dalle lezioni di gruppo (ovvero le lezioni e le esercitazioni di italiano per stranieri di cui sopra), mi sembrava giusto distinguere questa categoria di destinatari dai destinatari sopra descritti.

In questa categoria rientrano sia le lezioni private d'italiano tradizionali (per le quali è necessario che insegnante e studente si trovino nello stesso luogo), sia le lezioni private di italiano a distanza, a prescindere dal sistema di comunicazione usato. Quindi questa categoria comprende anche:

  • lezioni di italiano su Skype;
  • ripetizioni d'italiano su Skype;
  • conversazione in italiano su Skype;
  • pratica d'italiano su Skype;
  • lezioni d'italiano su sistemi simili a Skype (es. Whatsapp, Viber, ecc.);
  • lezioni d'italiano su siti web per tandem linguistici in un cui è possibile trovare madrelingua italiani per uno scambio linguistico;
  • conversazione in italiano usando sistemi di apposite piattaforme web per scambi linguistici.

Nel paragrafo precedente ho citato Skype perché, a quanto ne so, è uno dei sistemi più usati per le lezioni di italiano a distanza. Resta inteso che lo stesso discorso vale per altre chat e altri siti appositi per lezioni d'italiano a distanza, ore di conversazione con madrelingua, pagine web dove ci si può registrare per aver lezioni d'italiano private online, piattaforme per persone che cercano un insegnante d'italiano online, servizi tipo tandem che favoriscono l'incontro tra persone con L1 diverse.

Oltre alle persone che hanno seguito corsi per imparare l'italiano e alle persone che hanno preso ripetizioni di italiano, questo sito si rivolge anche a chi ha studiato l'italiano autonomamente. Detta altrimenti, il sito è pensato anche per chi ha imparato l'italiano da autodidatta. Mi riferisco a quegli stranieri che hanno imparato l'italiano usando un manuale di italiano, studiando una qualsiasi grammatica italiana, facendo da soli degli esercizi di italiano, leggendo materiali per imparare l'italiano come manuali di conversazione in italiano e guide essenziali di italiano. In questa categoria rientra anche chi ha imparato l'italiano guardando dei video, per esempio podcast per imparare l'italiano pubblicati su un sito web oppure video per imparare l'italiano caricati su Youtube.

Un'altra categoria di destinatari di questo sito web è rappresentata dalle persone che hanno parenti o amici italiani e che hanno imparato l'italiano parlando con questi ultimi. Questa è una categoria leggermente diversa dalle precedenti in quanto l'apprendimento non è avvenuto in contesti formali. In questo caso, la parola "studenti" viene evidentemente usata in senso lato.

Come accennavo nel capitolo precedente, questo sito web non si rivolge soltanto agli studenti stranieri che vogliono perfezionare il proprio italiano, ma anche agli insegnanti di italiano L2 (in Italia o all'estero). In questo senso il sito potrebbe fornire degli spunti per delle lezioni interattive o per i compiti a casa. Potrebbe essere impiegato, ad esempio, come introduzione a determinati aspetti della lingua italiana, per spiegare determinati costrutti, per discutere determinate espressioni idiomatiche e così via.

Ci tengo a precisare che i podcast pubblicati su questo sito web sono maggiormente indicati per quegli insegnanti che intendono concentrarsi sulla conversazione in italiano e su materiali relativi all'italiano colloquiale. I podcast del corso, infatti, si contraddistinguono per un approccio discorsivo e funzionale, piuttosto che formale o grammaticale. In altre parole, le strutture vengono spiegate prevalentemente con degli esempi e non indicando regole che lo studente deve imparare a memoria. Anche quando vengono affrontati argomenti che rientrano propriamente nell'ambito della grammatica (intesa come morfologia / morfosintassi / sintassi), si preferisce un approccio funzionale basato su esempi concreti, piuttosto che su regole grammaticali astratte.

Da quanto detto si capisce che le lezioni di questo sito web sono maggiormente indicate per quegli insegnanti che preferiscono un approccio comunicativo all'insegnamento dell'italiano come lingua straniera basato su contenuti vicini il più possibile alla lingua parlata. Queste lezioni online non sono pensate ‒ evidentemente ‒ per chi cerca lezioni di grammatica in senso stretto, in cui vengano insegnate delle regole usando tabelle e schemi. Va inoltre detto che i podcast di questo sito web sono dedicati principalmente a: italiano colloquiale, slang italiano, modi dire idiomatici, proverbi italiani ed espressioni idiomatiche divertenti. In generale, in questo sito viene dedicato più spazio al lessico e allo sviluppo del vocabolario attivo in italiano con espressioni gergali, modi di dire informali e frasi colloquiali che di norma non vengono insegnati in classe.

3. Per che tipo di persone è pensato questo sito

Come spiegavo sopra, le lezioni online di italiano pubblicate su questo sito sono pensate per gli studenti di livello avanzato (ovvero con una competenza in italiano compresa tra il livello B2 e il livello C2), a prescindere dalla loro lingua madre, dalle modalità di apprendimento e da dove queste persone abbiano imparato / appreso / studiato l'italiano.

Ferme restando le considerazioni fatte sopra in merito al livello d'italiano richiesto per questi podcast, vorrei aggiungere che, oltre a un buon livello di competenza in italiano, i destinatari ideali di questo sito web dovrebbero possedere anche altre caratteristiche. Queste ultime riguardano motivazione, attitudine e preferenze relativamente allo studio delle lingue straniere. I video pubblicati su questo sito sono pensati per quegli studenti di italiano al livello avanzato che desiderano veramente migliorare il proprio italiano, a prescindere dal desiderio specifico e/o dalla necessità concreta che li spinge in tal senso.

Oltre al desiderio di perfezionare il proprio italiano e fare pratica con l'italiano, queste persone dovrebbero avere tempo da dedicare più o meno regolarmente a quest'attività. Per quanto quest'ultimo punto sia una tautologia, preferisco sottolinearlo anche a costo di essere ridondante. Spesso, infatti, capita che alcune persone dicano di voler migliorare il proprio italiano e contemporaneamente dicano di non avere tempo per farlo. Queste persone, di solito, vorrebbero migliorare il proprio italiano senza fare fatica o in generale senza impegnarsi.

Il più delle volte, queste persone cadono nella trappola dei siti spazzatura del tipo "impara l'italiano facilmente", "come imparare l'italiano in 5 minuti", "lezioni facili di italiano", "italiano senza fatica" e di vlog di dubbia utilità. Per intenderci, alcune di queste persone vorrebbero raggiungere il livello C1 di italiano ascoltando dei podcast mentre dormono. Questo video non si rivolge, evidentemente, a questo tipo di persone. Per maggiori informazioni su questo tipo di persone e sul perché a queste persone non conviene perdere tempo con questo sito, vai al capitolo 4.

Questo sito web è pensato per quegli studenti di italiano come lingua straniera (italiano L2) che, pur avendo già raggiunto un buon livello di competenza, continuano a essere profondamente motivati. Si tratta di persone che, a prescindere dal motivo, sono mosse da una forte motivazione e desiderano continuare a studiare l'italiano, fare pratica con l'italiano e in generale perfezionare il proprio italiano.

Questi studenti non rappresentano, evidentemente, la maggioranza delle persone che ‒ a un certo punto della propria vita ‒ decidono di iniziare a studiare l'italiano. Molte persone, infatti, iniziano a studiare l'italiano per raggiungere un determinato obiettivo concreto, come ad esempio ottenere la certificazione italiano B1 per andare a vivere in Italia oppure per potersi iscrivere a un'università italiana.

Una volta che l'obiettivo è stato raggiunto, per queste persone viene meno la motivazione che le aveva inizialmente spinte a imparare l'italiano. Non avendo più alcun motivo urgente che le spinga a migliorare il proprio italiano, queste persone ‒ per così dire ‒ "smettono" di studiare l'italiano e la loro competenza è destinata, nella maggior parte dei casi, a cristallizzarsi / fossilizzarsi al livello raggiunto prima di interrompere lo studio dell'italiano. Supponiamo, ad esempio, che uno studente inizi a studiare l'italiano per ottenere un certificato di italiano B1. Una volta ottenuto questo certificato, è molto probabile che lo studente smetta del tutto di studiare l'italiano e di fare regolarmente pratica in tal senso. In uno scenario di questo tipo è molto probabile che, anche dopo 20 anni, il livello dello studente sia ancora B1.

Il problema è complicato dal fatto che, anche volendo, risulta molto difficile ‒ se non impossibile ‒ trovare valide risorse gratis online per i livelli avanzati di italiano. Per convincersene, basta dare un'occhiata ai risultati di una semplice ricerca in tal senso. I materiali che si trovano sono, per lo più, di qualità scadente e non costituiscono, evidentemente, un insieme coerente e strutturato che possa essere considerato alla stregua di corso avanzato di italiano.

Alle considerazioni fatte nel paragrafo precedente bisogna aggiungere che, una volta superato il livello intermedio e raggiunto un livello avanzato di italiano, lo studente di solito riesce a cavarsela ‒ o, più verosilmilmente, è convinto di riuscire a cavarsela ‒ nella maggior parte delle situazioni comunicative (qui preferisco non entrare nel merito della differenza tra la capacità di esprimersi e farsi a capire con monosillabi e gesti e la capacità di rispondere in modo strutturato e fluido a un madrelingua italiano). Di conseguenza, gli studenti stranieri di italiano L2 che hanno raggiunto un livello intermedio o avanzato il più delle volte sono convinti di non avere un motivo impellente per continuare a studiare l'italiano.

Molte persone, inoltre, hanno una visione distorta del processo di apprendimento delle lingue straniere, del proprio livello di competenza e in generale della quantità di tempo necessaria a padroneggiare una lingua. Di conseguenza, molti studenti si convincono di saper già benissimo l'italiano e non aver più bisogno di fare cose come seguire lezioni online di italiano, guardare podcast di italiano su Youtube, ascoltare programmi radio in italiano e così via.

Per quanto queste considerazioni valgano per buona parte delle persone che iniziano a studiare l'italiano, alcuni studenti continuano ad essere estremamente motivati a proseguire lo studio dell'italiano. Questo sito wbe si rivolge proprio a questi studenti, qualunque sia la natura del motivo che li spinge.

I motivi per cui una persona, una volta superato il livello intermedio e raggiunto un livello avanzato, possa avere il desiderio o la necessità di migliorare il proprio livello di competenza in italiano possono essere i più disparati.

I ricercatori che lavorano nell'ambito della linguistica acquisizionale tendono a distinguere, di norma, tra motivazione interna (es. perfezionare il proprio italiano come attività fine a se stessa) e motivazione esterna (es. superare l'esame di italiano C1). Questo sito web si rivolge sia alle persone mosse da una motivazione interna, sia alle persone mosse da una motivazione esterna.

Di seguito riporto alcuni esempi di motivi che potrebbero spingere uno studente al livello avanzato (o intermedio-avanzato) a continuare a studiare l'italiano. L'elenco che segue non intende esaurire l'intera casistica dei motivi per cui possa valer la pena parlare bene l'italiano ed è riportato a soli fini illustrativi. Esempi di motivi per cui uno studente al livello avanzato potrebbe voler seguire delle lezioni online di italiano:

  • passare un test di italiano avanzato (es. un esame scritto di italiano, una prova orale di italiano avanto, una prova di comprensione orale per il livello avanzato, una prova di ascolto per i livelli avanzati d'italiano, ecc.);
  • superare esami specifici di italiano avanzato o intermedio avanzato(es. esame di italiano livello B2, esame italiano livello C1, esame livello C2);
  • ottenere una particolare certificazione di italiano per motivi burocratici o accedemici;
  • superare un esame d'italiano all'università per ottenere determinati crediti formativi (CFU) per la lingua italiana (si pensi, ad esempio, al caso di uno studente o una studentessa che segue un corso di lingua e cultura italiana all'estero, un corso di filologia italiana in un'università estera, un corso presso un'università di italiano per stranieri o una scuola d'italiano di altro tipo);
  • dimostrare la propria competenza in italiano per finalità burocratiche /amministrative / ufficiali di qualsiasi tipo (es. per iscriversi a un'università italiana, per partecipare a un programma di preparazione come insegnante di italiano, ecc.).

Oltre ai motivi di cui sopra, ci possono essere motivi non strettamente collegati a necessità accademiche, scolastiche o burocratiche, quali ad esempio:

  • un desiderio di migliorare il proprio italiano che si caratterizza come desiderio di miglioramento fine a se stesso;
  • il desiderio di avvicinarsi il più possibile alla piena padronanza dell'italiano (ovvero al livello dei madrelingua e dei bilingue);
  • il voler espandere il proprio vocabolario italiano imparando espressioni simpatiche, proverbi italiani, espressioni idiomatiche italiane, frasi fatte, espressioni da madrelingua;
  • il desiderio di integrarsi maggiormente nella società italiana;
  • l'insoddisfazione per il livello raggiunto;
  • il rendersi conto di fare errori in italiano dopo anni e anni di studio;
  • la sensazione di non fare più progressi;
  • il rendersi conto di avere ancora bisogno di far pratica con materiali autentici (es. guardando video in italiano, ascoltando madrelingua italiani che parlano, seguendo un corso italiano online per fare pratica, ecc.)

I destinatari di questo sito web sono quegli studenti che credono nell'utilità di materiali online per imparare l'italiano ovvero risorse online che lo studente può usare in autonomia(per "risorse" intendo video per imparare / migliorare l'italiano, esercizi di ascolto in italiano, corsi online, video corsi di italiano ecc.). Le lezioni del corso online sono pensate per quelle persone che, raggiunto un buon livello di competenza passiva, preferiscono guardare dei video per imparare curiosità sulla lingua italiana e usare materiali che ‒ ferma restando la loro natura educativa ‒ siano il più vicino possibile alla lingua parlata.

Più nello specifico, il sito è pensato per quelle persone che amano usare Youtube e siti analoghi per imparare cose nuove e sono alla ricerca di corsi di italiano su Youtube, lezioni di italiano su Youtube, podcast di italiano su Youtube e così via. Le lezioni pubblicate su questo sito intendono rispondere alle esigenze di chi cerca lezioni di italiano in italiano, lezioni di italiano su Youtube, lezioni di italiano gratis, podcast gratuiti di italiano avanzato, lezioni gratuite di italiano avanzato, corsi di italiano su Youtube e così via.

I video di questo sito sono pensati per quegli studenti che credono nell'utilità di risorse didattiche appositamente create per gli stranieri che studiano l'italiano come lingua straniera. I materiali di questo tipo sono evidentemente molto diversi da altri tipi di materiali reperibili online che dovrebbero essere usati dagli studenti avanzati per migliorare il proprio italiano e che potrebbero essere definiti, nel complesso, "materiali spontanei" o "materiali per madrelingua italiani". Mi riferisco, ad esempio, a podcast e programmi radio di stazioni radio italiane, telefilm italiani, film italiani, canali italiani su Youtube, portali e blog italiani e così via. I contenuti di questo tipo sono sicuramente utili e dovrebbero essere usati regolarmente da tutti gli studenti avanzati di italiano. Il grande vantaggio di questi materiali è che offrono una quantità virtualmente infinita di input naturale / spontaneo.

Queste risorse, tuttavia, non sono state create per gli studenti stranieri di italiano e non mirano a facilitare l'apprendimento della lingua italiana. Per quanto utilissime, queste risorse lasciano scoperte alcune aree. Ad esempio, i contenuti di questo tipo non pongono l'accento su determinate forme, che potrebbero quindi passare inosservate nel contesto di elementi maggiormente salienti in un dato discorso. Capita spesso che, per quanto lo studente venga esposto a quantità enormi di input spontaneo o naturale, non impari mai determinate forme. Questo perché, in generale, è piuttosto complesso imparare determinati aspetti della lingua italiana usando esclusivamente risorse spontanee o per madrelingua.

Ed è qui che vengono in aiuto le lezioni di italiano avanzato create apposta per gli studenti stranieri. Queste lezioni non intendono sostituire l'interazione faccia a faccia in italiano né tantomeno l'input naturalistico / spontaneo, che sono fondamentali per gli studenti al livello avanzato. L'obiettivo di queste lezioni è quello di integrare l'input spontaneo/naturalistico. L'obiettivo di queste lezioni avanzate è, in sostanza, quello di aiutare a sistematizzare quanto acquisito con i materiali spontanei. Mettendo in rilievo un determinato aspetto formale o una determinata struttura, ciascuna lezione online aiuta a fissare in modo chiaro concetti e distinzioni che rischiano di non essere notati / acquisiti dallo studente straniero.

In questa pagina preferisco non dilungarmi troppo sul perché gli studenti al livello avanzato beneficiano di spiegazioni e riflessioni formali sulla lingua e mi limiterò a dire che, se da un lato molti aspetti della lingua possono e devono essere acquisite usando materiali spontanei per madrelingua italiani, dall'altro ci sono componenti che vengono apprese in modo più efficiente con materiali appositamente sviluppati per questa finalità.

Un errore che fanno molti studenti di italiano è quello di pensare di non aver più bisogno di lezioni di italiano. Il ragionamento che viene fatto è grosso modo questo: "Ormai l'italiano lo capisco, d'ora in avanti mi basterà guardare dei film, dei telefilm o dei video in italiano e così raggiungerò un livello perfetto senza stancarmi!". Oppure: "Ok, l'italiano l'ho imparato, ora non ho più voglia di seguire delle lezioni, mi guarderò dei video a caso e dei vlog su Youtube". Oppure ancora: "Ora non mi serve più guardare lezioni online, mi basterà leggere dei libri in italiano, delle riviste in italiano, dei blog italiani, seguire qualche blogger italiano ecc."

Come dicevo sopra, i materiali di questo tipo (ovvero materiali in italiano per madrelingua italiani) sono sicuramente utili per l'apprendimento delle lingue e devono essere usati dagli studenti. Un approccio di questo tipo, tuttavia, rischia di essere meno efficace rispetto a un approccio in cui queste risorse spontanee vengano integrate con risorse appositamente sviluppate per gli studenti stranieri.

4. Per che tipo di persone non è pensato questo sito

I video-podcast pubblicati su questo sito non sono pensati per le seguenti categorie di persone:

  • principianti assoluti di italiano, ovvero persone che non hanno mai studiato l'italiano;
  • chi è convinto di sapere già l'italiano alla perfezione e nel proprio curriculum scrive di avere una competenza al livello dei madrelingua;
  • chi vorrebbe migliorare il proprio italiano, ma sta cercando dei buoni motivi per farlo e in generale la motivazione per continuare a studiare l'italiano;
  • chi vorrebbe raggiungere un ottimo livello di italiano senza dedicare del tempo a quest'attività (comprese le persone che vorrebbero imparare l'italiano dormendo);
  • chi vorrebbe migliorare il proprio italiano divertendosi con un vlog divertente, esilarante e super mega-maxi-fantastico;
  • chi vorrebbe migliorare il suo italiano usando un'app dall'interfaccia graziosa e colorata che lo/la faccia sentire meglio convincendolo/a di avere un ottimo italiano;
  • chi non crede a priori nell'utilità di guardare dei video online per migliorare il proprio livello di italiano;
  • chi crede esclusivamente nelle lezioni tradizionali (ovvero lezioni faccia a faccia con l'insegnante) come strumento per imparare le lingue straniere;
  • chi crede esclusivamente nello studio della grammatica e delle regole grammaticali come sistema per apprendere le lingue;
  • chi crede esclusivamente negli esercizi grammaticali (grammatica italiana avanzata) come metodo per migliorare il proprio livello di italiano;

Per quanto riguarda il primo punto dell'elenco qui sopra, ho ribadito più volte ‒ ma ripetere è sempre utile ‒ che questo sito non pubblica contenuti per principianti.Nel primo capitolo ho già accennato ai requisiti richiesti per sfruttare al meglio i contenuti di questo sito. Per informazioni più precise sul livello di competenza richiesto, vai al capitolo 5.

In secondo luogo, questo sito non è pensato per quelle persone che siano giunte a conclusioni di questo tipo: "l'italiano lo so già benissimo", "so già tutto quello che c'è da sapere", "ho già imparato tutto", e così via. Questo a prescindere da come stiano effettivamente le cose. Come accennavo nel capitolo precedente, una volta raggiunto un buon livello di competenza in italiano, molti studenti stranieri iniziano ad essere meno motivati a proseguire nello studio della lingua italiana. Alcuni di questi studenti, inoltre, si convincono di aver già perfezionato l'italiano ovvero di aver già raggiunto un livello di eccellenza oltre il quale è impossibile procedere ulteriormente. In altre parole, questi studenti pensano di aver già raggiunto il livello massimo di competenza raggiungibile da uno straniero. Smettono, di conseguenza, di seguire corsi e lezioni di italiano. Spesso, inoltre, smettono di fare pratica regolare di qualsiasi tipo con l'italiano. La loro competenza tende, di conseguenza, a cristallizzarsi e fossilizzarsi.

Questo sito non è evidentemente pensato per questo tipo di studenti di italiano L2. La percezione di lacune e la volontà di migliorare, infatti, sono indispensabili perché una persona decida di seguire lezioni strutturate come quelle pubblicate su questo sito. Il sito si rivolge, in tal senso, a quegli studenti stranieri che, pur avendo raggiunto un ottimo livello di italiano e pur essendo in grado di sostenere una conversazione in italiano, si rendano conto che si può sempre migliorare ‒ e che di solito vale la pena farlo.

Per quanto riguarda la motivazione, ci tengo a sottolineare che i podcast di questo sito non contengono discorsi motivazionali. La motivazione viene data per scontata. Le lezioni di questo sito non mirano a infondere la motivazione per studiare l'italiano alle persone che non sono motivate in tal senso. Io non sono uno psicologo e non mi occupo di convincere le persone a studiare l'italiano. Il mio obiettivo è quello di creare podcast e video per quegli stranieri che desiderano perfezionare l'italiano e imparare curiosità sulla lingua italiana.

Questo sito offre lezioni online di italiano gratis per chi vuole veramente raggiungere un ottimo livello di italiano. Sul sito non troverai consigli del tipo: "Come rimanere motivati quando si studia l'italiano", "Come trovare la motivazione per studiare l'italiano", "Come continuare ad essere ancora motivati a studiare l'italiano una volta raggiunto il livello intermedio", "Come non perdere la motivazione per studiare l'italiano" ecc. Non troverai, analogamente, risposte a domande come "Perchè studiare l'italiano", "Perché conviene studiare l'italiano", "A cosa serve imparare l'italiano?", "Conviene studiare l'italiano o il francese?", "Conviene studiare lo spagnolo o l'italiano", "Quali sono 10 buoni motivi per studiare l'italiano" (oppure 3 buoni motivi, 7 buoni motivi, 123 buoni motivi e così via).

Questo sito non intende essere una consulenza psicologica e non vuole trasmettere la motivazione necessaria per non abbandonare lo studio dell'italiano. Se stai cercando un video per essere più motivato/a a studiare l'italiano o un articolo che ti aiuti a capire perché non dovresti smettere di studiare l'italiano ‒ non lo troverai qui. Se cerchi qualcosa che ti motivi a riprendere a studiare l'italiano, mi dispiace, ma non lo troverai qui. Come dicevo, la motivazione viene data per scontata. Se vuoi perfezionare il tuo italiano e raggiungere un ottimo livello di competenza usando lezioni online, puoi usare i podcast di questo sito. Altrimenti, se cerchi quello che dicevo sopra, non ho dubbi sul fatto che lo troverai da qualche parte. Internet è pieno di video che intendono trasmettere la motivazione con esortazioni in stile "psicologia pop".

Vorrei fare, a questo punto, un'altra precisazione. Oltre a non trasmettere la motivazione, questo sito come obiettivo quello di "far stare meglio" chi li guarda. Detta altrimenti, il livello dei contenuti non viene abbassato in modo che gli studenti intermedi possano sentirsi avanzati e stare quindi meglio rispetto alla loro competenza. Queste video lezioni non intendono essere una sessione terapeutica dallo psicologo o giovare al benessere psicologico di chi li usa. Nei podcast di unlearningitalian.org non troverai frasi in stile psicologia pop tesi a farti stare meglio rispetto al tuo livello di italiano. Questi podcast fatto parte di un progetto incentrato sull'apprendimento dell'italiano in quanto tale ‒ e non su considerazioni di altro tipo.

Da ultimo, vorrei dire che questo sito non è pensato per chi cerca video divertenti per imparare l'italiano. Questo NON è un vlog e io non cerco di essere "cool" né divertente. Le lezioni di questo sito non sono pensate per quelle persone che su Internet fanno ricerche di questo tipo: "come imparare l'italiano in 5 minuti", "Impara l'italiano senza fatica", "Impara l'italiano rapidamente", "Impara l'italiano mentre dormi", "Raggiungi il livello C1 di italiano senza studiare", "Bevi questa pozione magica per imparare l'italiano senza fatica", ecc. Se cercate video di questo tipo provate a scrivere su un motore di ricerca "impara l'italiano mentre dormi" e rimarrete ‒ ahimé ‒ stupiti dalla quantità di video che salteranno fuori.

Questo sito per gli studenti al livello avanzato di italiano non è pensato come forma di intrattenimento o svago. I contenuti di questo sito ‒ non mi stancherò mai di ripeterlo ‒ non vogliono essere analoghi a una serie televisiva o a un vlog pubblicato su Youtube. Su questo sito vengono pubblicate video lezioni, che sono pensate come materiale didattico ovvero come ausilio per l'apprendimento della lingua italiana. La finalità di questo sito è quella di aiutare gli studenti stranieri a migliorare l'italiano, fare pratica con l'italiano, imparare proverbi italiani, capire determinate espressioni colloquiali italiane, capire determinate differenze grammaticali e così via. Questo li porterà, in ultima analisi, ad avere maggiore padronanza dell'italiano.

Vorrei concludere dicendo che questo sito non ha come obiettivo la diffusione di emozioni positive tra gli studenti di italiano e la sua priorità non è quella di offrire contenuti divertenti. Il sito si rivolge a quegli studenti motivati che hanno intenzioni serie rispetto alla lingua italiana. L'obiettivo del sito è quello di aiutare questi studenti a raggiungere degli ottimi risultati. I contenuti di questo sito non vengono creati sulla base di quello che è più divertente, ma sulla base di quello che è più efficace.

5. Qual è il livello di queste lezioni online di italiano

Questo sito contiene un corso online di italiano avanzato composto da lezioni interamente in italiano. Per sfruttare i contenuti del sito è necessario, pertato, aver già studiato l'italiano e aver raggiunto un buon livello di competenza passiva (almeno intermedio o intermedio-avanzato).

Questo significa che lo studente dovrebbe aver già seguito un corso di italiano per principianti (corsi di italiano livello A1 o livello A2) o altrimenti appreso le basi della lingua italiana. Idealmente, lo studente dovrebbe aver seguito anche un corso di livello intermedio (di solito indicato come italiano B1) o intermedio superiore (italiano B2).

Detta altrimenti, questo non è un sito di italiano per principianti o studenti che hanno appena iniziato a studiare l'italiano. Non è pensato per chi non hai mai studiato l'italiano e vuole imparare l'italiano partendo da zero. Questo sito non è dedicato a chi sta cercando una risposta a domande del tipo "Come imparare l'italiano", "come imparare l'italiano su internet", "come imparare l'italiano online" e così via. I podcast pubblicati su questo sito web non sono destinati a quegli stranieri che stanno cercando video o podcast di italiano per principianti. In altre parole, i video del sito non sono pensati per chi vorrebbe imparare l'italiano di base o per quei turisti che vorrebbero apprendere qualche frase utile per viaggiare in Italia.

Se espressioni come "italiano avanzato", "corso avanzato di italiano" e "corso di italiano avanzato" venissero usate in modo coerente, non avrei bisogno di spiegare cosa intendo con le stesse. Purtroppo, però, espressioni come "italiano avanzato" e "corso avanzato di italiano" vengono usate per indicare cose molto diverse. Su Internet, l'espressione "italiano avanzato" tende a essere usata, nella migliore delle ipotesi, in modo improprio o vago. Nella peggiore delle ipotesi, l'espressione sembra essere usata completamente a caso.

Fatte salve poche rare eccezioni, su Internet il termine italiano avanzato viene usato per etichettare risorse che sono adatte, in realtà, al livello intermedio. Nei paragrafi successivi di questo capitolo parlerò brevemente della confusione che circonda l'espressione "italiano avanzato". Quindi spiegherò chiaramente, al fine di evitare fraintendimenti, cosa si intende su questo sito con espressioni come "italiano avanzato", "livello avanzato di italiano", "lezione di italiano per il livello avanzato", "corso avanzato di italiano", ecc. Nel capitolo 6 spiegherò cosa si intende per "italiano avanzato" in teoria, mentre nel capitolo 7 indicherò cosa intende per "italiano avanzato" in pratica.

Per quanto il concetto di "livello avanzato" sia stato definito in modo chiaro e univoco dagli organismi preposti alla valutazione della competenza nelle lingue straniere, l'espressione "italiano avanzato" viene interpretata e usata in modi diversi dai vari insegnanti di italiano. Per insegnanti intendo qui intendo qui sia insegnanti di italiano tradizionali quali professori di italiano all'università, insegnanti di italiano nelle scuole di italiano e insegnanti di italiano "di nuova generazione" che pubblicano contenuti online, youtuber che gestiscono canali dedicati alla lingua italiana, insegnanti di italiano su facebook, insegnanti o tutor di italiano su Youtube, insegnanti di italiano su Patreon, insegnanti di italiano su Twitch (sempre che esistano!) ecc..

Parte del problema è dovuta al fatto che alcuni di questi insegnanti non sanno che esistono quadri di riferimento per quantificare la competenza in italiano degli studenti stranieri. Questi insegnanti usano quindi l'espressione italiano avanzato in modo per così dire "impressionistico", per indicare quello che pensano che significhi. L'espressione "italiano avanzato" viene quindi usata in contrapposizione all'espressione "italiano di base" o "italiano per principianti". In una prospettiva di questo tipo, non viene distinto in modo chiaro tra il livello intermedio e il livello avanzato propriamente detto.

Sebbene quanto detto sopra valga per alcuni insegnanti di italiano, la maggior parte degli insegnanti è a conoscenza di questi quadri di riferimento ufficiali per valutare la competenza in italiano. Alcuni insegnanti non sembrano tuttavia convinti dell'utilità degli stessi e/o della validità di tutte o di alcune distinzioni Altri insegnanti, poi, tendono a interpretare in modo "vago" o "impressionistico" i livelli di competenza che vengono distinti nei quadri di riferimento ufficiali (es. "italiano B2", "italiano C1", "italiano C2" ecc).

Questo fa sì che, in ultima analisi, categorie molto precise vengano interpretate / estese in vari modi, a seconda delle esigenze e delle convinzioni di un dato insegnante. Questo contribuisce a una confusione crescente e a uno svuotamento progressivo di significato delle etichette come italiano B1, italiano B2, italiano C1, i cui confini tendono ormai a diventare sempre più sfumati. Questo distrugge, di fatto, la ragion d'essere dei quadri di riferimento, che sono stati sviluppati per definire in modo non impressionistico la competenza di un dato studente in un dato momento.

Alcuni insegnanti, poi, sembrano non aver capito la logica alla base delle categorie distinte nei quadri di riferimento. Spesso, infatti, si ha l'impressione che alcuni insegnanti di italiano usino a caso espressioni come "italiano A2", "italiano B2", "italiano C2", ecc. Questo è ancora più vero nel caso dei livelli avanzati di italiano (B2-C2). Se si chiede a un insegnante di italiano di spiegare la differenza tra italiano B2, italiano C1 e italiano C2, probabilmente darà risposte che non rispecchiano le indicazioni ufficiali. Molti insegnanti sono ad esempio convinti che l'espressione "italiano C2" indichi un livello comparabile a quello dei madrelingua, quando è evidente che le cose non stanno così. Altri insegnanti, invece, sono convinti che il livello "italiano C1" possa essere raggiunto frequentando un corso settimanale di italiano per 1-2 anni. Nel lungo termine, una diffusione capillare e progressiva di percezioni distorte di questo tipo non fa che contribuire allo svuotamento di significato delle denominazioni ufficiali dei livelli avanzati di italiano.

Come accennavo nel capitolo precedente, il problema è complicato da considerazioni psicologiche e strategie di marketing. Alcuni insegnanti, infatti, cercano di far sentire meglio gli studenti rispetto al loro livello di competenza. Tendono, quindi, a chiamare "avanzati" corsi adatti al livello intermedio. Si pensi, ad esempio, a un video intitolato "Advanced Italian lesson" in cui l'insegnante parla per il 95% del tempo in inglese e per il 5% del tempo in italiano. Oppure si pensi a un vlog per chi vuole imparare l'italiano che, fatta salva qualche parola in italiano, è interamente in inglese. In casi di questo tipo, non è insolito vedere titoli come "Lezione per il livello avanzato di italiano", "Lezione per il livello B2 di italiano", "Video lezione di italiano avanzato" e così via.

Non mi sembra necessario spiegare che una lezione di italiano avanzato deve essere in italiano. Per capirlo, non c'è bisogno di una laurea o di un dottorato, basta un po' di buon senso. I quadri di riferimento ufficiali, inoltre, indicano in modo chiaro e univoco che già al livello intermedio lo studente è in grado di capire i punti principali dei discorsi in italiano.

Pensare che la maggior parte degli insegnanti di italiano non abbia capito cosa significhi "italiano avanzato" è poco verosimile. Ed è qui che entra in gioco il discorso psicologico. Può benissimo essere che tutti gli insegnanti abbiano capito cosa si intende per "italiano avanzato" e che alcuni di questi insegnanti preferiscano convincere i propri studenti che sono al livello avanzato. Il tutto può essere fatto come cosa fine a se stessa, oppure per finalità economiche e/o di marketing. Si pensi, ad esempio, a una scuola di lingue intenzionata ad attrarre più studenti (leggi: clienti) che organizzi un corso chiamato "italiano avanzato" che è in realtà adatto al livello intermedio. Oppure si pensi a un università che, per finalità di marketing, sul proprio dichiari, in modo assolutamente delirante, che gli studenti possono raggiungere il livello C1 di italiano in 2 anni.

Qualunque sia il motivo, è un dato di fatto che trovare online risorse gratuite per il livello avanzato di italiano è praticamente impossibile. Il più delle volte, quelle che vengono spacciate per "risorse online per il livello avanzato di italiano" in realtà non sono risorse per il livello avanzato. Nella stragrande maggioranza dei casi, si tratta di risorse per il livello intermedio spacciate per risorse per il livello avanzato.

Se questo vale per la maggior parte dei casi, a volte può capitare che le risorse presentate come adatte al livello avanzato siano effettivamente adatte al livello avanzato. Queste risorse, tuttavia, non possono essere considerate alla stregua di contenuti didattici in senso stretto. Si pensi, ad esempio, a un blog con delle curiosità sulla lingua italiana o a un vlog in cui qualcuno racconta della sua giornata tipo in Italia oppure discute cose come "Le differenze tra gli uomini italiani e gli uomini americani". Per quanto risorse di questo tipo possano essere utili, nel capitolo 3 ho spiegato quali sono i vantaggi di materiali didattici appositamente sviluppati per gli studenti stranieri.

A onor del vero, bisogna dire che in pochi, rarissimi casi, è possibile trovare risorse che soddisfano entrambi i requisiti di cui sopra, nel senso che sono adatte per il livello avanzato e che contengono materiali appositamente sviluppati per gli studenti stranieri di italiano. Queste risorse, però, non vanno a creare un corso strutturato e articolato come quello pubblicato sul sito unlearningitalian.org.

La scarsità online di risorse per il livello avanzato è molto semplice da spiegare. Da un punto di vista economico, creare risorse per il livello avanzato non è economicamente conveniente. Gli studenti al livello avanzato rappresentano, infatti, una percentuale bassissima delle persone che iniziano a studiare italiano. Di conseguenza, la maggior parte dei siti e dei canali Youtube con video e podcast per imparare l'italiano preferisce puntare sulla quantità e concentrarsi sugli studenti stranieri al livello base di italiano.

6. Cosa si intende per italiano avanzato ‒ in teoria

Vista la confusione che circonda il concetto di "italiano avanzato" (vedi il capitolo precedente), penso sia utile indicare in modo chiaro e preciso cosa si intende su questo sito per "italiano avanzato", "livello avanzato di italiano", "livelli avanzati di italiano", "studenti al livello avanzato di italiano" e così via. La mia speranza è che, così facendo, questo sito raggiunga i destinatari previsti. Prima definirò cosa intendo a livello teorico per "italiano avanzato", quindi darò delle indicazioni pratiche e spiegherò cosa si intende concretamente per "italiano avanzato" (per passare direttamente alle indicazioni pratiche, clicca qui).

Per dare una definizione teorica del concetto di "livelli avanzati di italiano", farò riferimento ai sistemi ufficiali per la valutazione della competenza nelle lingue straniere. Uno dei sistemi più diffusi ‒ almeno in Europa ‒ è il cosiddetto Common European Framework of Reference for Languages (di seguito nel testo CEFR), di norma tradotto in italiano come "Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue" (spesso abbreviato in QCER). Considerata la popolarità del sistema, alcuni insegnanti di italiano parlano semplicemente di "framework" o "European framework".

Il sistema CEFR viene usato per valutare la competenza di uno studente in una lingua straniera e indicare il livello di corsi, lezioni e programmi di lingue straniere. Il sistema CEFR fornisce, in sostanza, dei parametri oggettivi per quantificare le competenze linguistiche e preparare materiali didattici adatti a ciascun livello. Il CEFR distingue, per ciascun livello, le capacità che lo studente dovrebbe aver sviluppato nei vari ambiti di competenza: comprensione scritta, comprensione orale, produzione scritta e produzione orale. Nel caso dell'italiano, ad esempio, il CEFR indica quali dovrebbero essere ‒ per ciascun livello ‒ le capacità di comprensione scritta in italiano, comprensione orale in italiano, produzione scritta in italiano e produzione orale in italiano.

Il CEFR distingue innanzitutto 3 macrolivelli di competenza: il livello base (A), il livello di autonomia (B) e il livello di padronanza (C). Ciascuno di questi macrolivelli viene a sua volta suddiviso in due livelli: A1, A2, B1, B2, C1, C2. Vengono, inoltre, distinti tre livelli intermedi: A2+, B1+, B2+. Non è insolito, poi, che gli insegnanti facciano riferimento a livelli situati al confine tra i sei livelli intermedi, es. A1/A2, A1-A2, B1/B2, B1-B2, C1/C2, C1-C2 e così via.

Di seguito descrivo brevemente ciascun livello applicato al caso specifico della lingua italiana, ovvero di uno studente straniero di italiano L2.

Secondo la definizione data dal CEFR, lo studente al livello A1 di italiano (livello base) è in grado di capire e usare espressioni basilari e frasi di uso quotidiano che permettono di soddisfare bisogni di tipo concreto. Per esempio, lo studente sa presentare se stesso e altre persone, è in grado di fare semplici domande personali del tipo "Dove abiti?", "Conosci questa persona?", ecc. Gli studenti a questo livello sono in grado di partecipare a interazioni semplici in italiano, a condizione che l'altra persona parli lentamente e in modo chiaro e sia disposta ad aiutare lo studente.

Al livello A2 di italiano (livello elementare), lo studente è in grado di partecipare a semplici scambi di informazioni in italiano su argomenti familiari. Lo studente è inoltre in grado di descrivere in italiano la sua vita, le sue abitudini, i suoi hobby, ecc.

Al livello B1 di italiano (definito "livello intermedio" o "livello soglia") lo studente è in grado di capire i punti più importanti di discussioni relative ad argomenti familiari (es. scuola, tempo libero, hobby) e di cavarsela nella maggior parte delle situazioni comunicative che possono verificarsi durante un soggiorno in Italia. Per quanto riguarda la produzione scritta in italiano, lo studente è in grado di comporre testi semplici aventi per oggetto argomenti familiari. Lo studente è inoltre in grado di raccontare esperienze personali, eventi, desideri, progetti e di argomentare brevemente le proprie opinioni.

Al livello B2 di italiano (noto anche come "livello intermedio superiore"), lo studente è in grado di comprendere le idee principali di testi complessi, a prescindere che si tratti di argomenti concreti o di argomenti astratti. Lo studente, inoltre, è in grado di capire discussioni tecniche in italiano aventi per oggetto il suo argomento di specializzazione. Lo studente riesce a interagire in italiano con una certa scioltezza, cosa che permette un'interazione relativamente naturale e spontanea con i madrelingua. A questo livello di competenza, interagire coi madrelingua non risulta eccessivamente difficoltoso per lo studente. Per quanto riguarda la produzione scritta in italiano, lo studente è in grado di comporre testi dettagliati su vari argomenti ed è in grado di argomentare in modo articolato e critico il proprio punto di vista.

Al livello C1 di italiano (noto anche come "livello avanzato in senso stretto" e "livello di efficienza autonoma"), lo studente comprende senza problemi testi complessi e lunghi. Per quanto riguarda la produzione orale in italiano, lo studente si esprime in modo fluido e con scioltezza. Lo studente è in grado di usare l'italiano in modo flessibile. Lo studente riesce a scrivere testi chiari, articolati e dettagliati, anche quando vengono trattati argomenti complessi. Nel complesso, lo studente mostra una padronanza della lingua italiana e un significativo livello di coesione strutturale.

Al livello C2 di italiano (definito "livello di padronanza dell'italiano in situazioni complesse"), lo studente è virtualmente in grado di capire tutto quello che sente/legge. Lo studente riesce, inoltre, a sintetizzare informazioni proveniente da fonti di qualsiasi tipo e a riorganizzare le stesse in modo coerente a seconda delle esigenze. Lo studente si esprime in modo preciso e scorrevole e coglie anche sfumature di significato molto sottili.

Anche da una presentazione sintetica di questo tipo, è evidente che queste categorie ‒ e in particolare le categorie italiano B2, C1 e C2 ‒ tendono ad essere usate completamente a sproposito da molti insegnanti di italiano. Il più delle volte, le denominazioni dei livelli avanzati vengono usate per contrassegnare livelli di competenza lontani anni luce dal livello avanzato. Spesso, ad esempio, la dicitura "italiano C1" viene usata per contrassegnare materiali adatti al livello italiano B1, mentre la dicitura "italiano B2" viene usata per materiali adatti al livello A2 e così via. Si pensi, ad esempio, a lezioni di italiano presentate come adatte ai livelli avanzati che in realtà sono... in inglese! Nel capitolo precedente ho parlato del perché spesso si arrivi a una situazione paradossale di questo tipo.

Per quanto l'espressione "italiano avanzato" tenda ad essere usata a caso, su questo sito l'espressione italiano avanzato significa quello che dovrebbe significare. In altre parole, la competenza richiesta per questo podcast corrisponde effettivamente ai livelli italiano B2, italiano C1 e italiano C2. Per rispondere quindi alla domanda posta all'inizio del capitolo, la competenza richiesta per questo podcast è quella corrispondente ai livelli di italiano B2, C1 e C2 del sistema CEFR. Detta altrimenti, queste lezioni online sono pensate per quegli studenti che siano effettivamente a questi livelli.

Oltre al sistema del CEFR, esistono anche altri quadri di riferimento per la competenza nella lingua italiana. I più noti sono i seguenti: CELI (Certificato di conoscenza della lingua italiana), CILS (Certificato di Italiano come Lingua Straniera) e PLIDA (Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri). Nel complesso, gli enti che si occupano di rilasciare certificati e attestati relativi alla competenza in italiano hanno adeguato i propri livelli alle indicazioni del CEFR. Questi enti forniscono, in tal senso, una tabella di conversione in cui viene indicato a quale livello del CEFR corrisponde ciascun livello.

Se consideriamo anche i sistemi CELI, CILS e PLIDA, possiamo dire che le lezioni pubblicate su questo sito sono pensate per i seguenti livelli:

  • italiano livello CELI 3 / CILS 2 / PLIDA B2;
  • italiano livello CELI 4 / CILS 3 / PLIDA C1;
  • italiano livello CELI 5 / CILS 4 / PLIDA C2.

Riassumendo, quindi, questo sito pubblica:

  • video lezioni online di italiano per il livello B2;
  • video lezioni online di italiano per il livello C1;
  • video lezioni online di italiano per il livello C2;
  • video lezioni online di italiano per il livello CELI 3;
  • video lezioni online di italiano per il livello CELI 4;
  • video lezioni online di italiano per il livello CELI 5;
  • video lezioni online di italiano per il livello CILS 2;
  • video lezioni online di italiano per il livello CILS 3;
  • video lezioni online di italiano per il livello CILS 4;
  • video lezioni online di italiano per il livello PLIDA B2;
  • video lezioni online di italiano per il livello PLIDA C1;
  • video lezioni online di italiano per il livello PLIDA C2.

7. Cosa si intende per italiano avanzato ‒ in pratica

Come dicevo sopra, questo sito pubblica video lezioni e podcast di italiano per stranieri per il livello avanzato avanzato di italiano. Nel capitolo precedente ho spiegato a quali livelli di competenza del sistema CEFR mi riferisco con l'espressione "italiano avanzato". In questo capitolo spiegherò cosa si intende in pratica per italiano avanzato.

Definire il livello avanzato da un punto pratico è molto più semplice ed immediato. Nella prospettiva dell'autore del corso e di questo sito web, per "studente al livello avanzato" si intende uno studente che ‒ a prescindere dalle certificazioni ottenute e dal suo livello di competenza teorico ‒ dimostri di essere effettivamente in grado di usare materiali multimediali interamente in italiano. Questo significa che lo studente deve essere effettivamente in grado di capire video e podcast interamente in italiano.

Per essere considerato come studente al livello avanzato, uno straniero non deve necessariamente:

  • parlare un italiano perfetto;
  • parlare senza fare nessun errore;
  • avere accento impeccabile;
  • parlare l'italiano talmente bene, da non sembrare neanche straniero;
  • parlare come i madrelingua (o bilingue) italiani;
  • dimostrare una competenza analoga a quella dei madrelingua italiani;
  • conoscere lo stesso numero di parole dei madrelingua italiani;
  • essere in grado di capire ‒ al primo ascolto o alla prima visione ‒ il 100% di quello che viene detto o conoscere tutte le espressioni che vengono usate.

Per quanto le caratteristiche sopra indicate siano auspicabili, non rappresentano una condizione necessaria per essere considerati studenti al livello avanzato. L'espressione "italiano avanzato", infatti, non è sinonimo di "italiano perfetto" o "italiano impeccabile".

Per essere considerato uno studente al livello avanzato, uno straniero dovrebbe:

  • essere in grado di capire, in generale, la maggior parte di quello che dice un madrelingua italiano che parli a velocità normale, ovvero come parlerebbe a un altro madrelingua;
  • aver sviluppato una buona capacità di comprensione orale, soprattutto rispetto a discorsi informali ‒ colloquiali;
  • aver acquisito un vocabolario passivo sufficientemente ampio, che gli permetta di capire la maggior parte di quello che viene detto in tutte le situazioni comunicative;
  • conoscere il significato della maggior parte delle parole e dei modi di dire più frequenti;

Ferme restando le considerazioni fatte sopra, la prova del fuoco per capire se uno studente è al livello avanzato o meno consiste ‒ almeno ai fini del presente sito ‒ nel fargli guardare una delle lezioni pubblicate su questo sito. Lo studente può capire il video o non capire il video. A questo proposito, va notato che non importa:

  • per quanto tempo lo studente abbia studiato l'italiano (3, 5, 12, oppure 20 anni);
  • quali certificati abbia ottenuto lo studente in passato;
  • quello che lo studente pensa del proprio livello di competenza;
L'unica cosa che conta è la competenza effettiva, ovvero se lo studente è in grado di capire un podcast come questo oppure no.

Se lo studente capisce la lezione, questa cosa è di per sé sufficiente a classificarlo ‒ almeno rispetto al sito www.unlearningitalian.org ‒ come studente al livello avanzato. In questo caso, lo studente rientra sicuramente tra i destinatari di questo sito.

Se invece lo studente non capisce il contenuto del video, la situazione è leggermente più complessa. Supponiamo, ad esempio, che la lezione venga guardata da uno studente convinto di essere al livello avanzato. Lo studente potrebbe essere giunto da solo a questa conclusione oppure potrebbe essere stato influenzato dai precedenti insegnanti di italiano. Si pensi, ad esempio, a uno studente che negli ultimi anni abbia seguito dei corsi presentati come corsi avanzati (compresi corsi online di italiano). Lasciando per un attimo da parte il motivo della sua convinzione, supponiamo che lo studente sia fermamente convinto di essere al livello avanzato.

Supponiamo che lo studente in questione ascolti il podcast della lezione e non capisca granché. Nello specifico, facciamo finta che lo studente:

  • si renda conto di non aver capito assolutamente niente;
  • si renda conto di non aver capito neanche l'argomento del podcast;
  • pensi che il podcast sia troppo difficile;
  • pensi l'insegnante parli troppo velocemente;
  • preferirebbe guardare il video in inglese;
  • preferirebbe che ci fossero dei sottotitoli.

In uno scenario del genere, lo studente non possiede evidentemente i requisiti per sfruttare al meglio i contenuti pubblicati su questo sito. Questo, almeno, per quanto riguarda la competenza effettiva interpretata come comprensione in tempo reale dell'italiano fluente. Può benissimo essere che, in termini di "conoscenza", lo studente in questione sia effettivamente al livello avanzato e che, molto semplicemente, non sia al livello avanzato solo per quanto riguarda la competenza in tempo reale. Può essere, ad esempio, che lo studente, pur conoscendo benissimo tutte le regole della grammatica italiana e il significato di migliaia di parole italiane, non sia in grado di integrare queste conoscenze e applicarle alla comprensione/produzione orale.

Visto come tendono ad essere insegnate le lingue straniere, una dicotomia di questo tipo non è insolita, ma è al contrario piuttosto diffusa. In questa sede preferisco evitare di dilungarmi su questo problema, ma ci tengo a chiarire che la definizione di "italiano avanzato" adottata dal sito www.unlearningitalian.org si basa sull' "uso" della lingua e non sulle "conoscenze". Nella prospettiva di questo sito, quindi, una persona che abbia conoscenze avanzate ma contemporaneamente non dimostri competenze avanzate non rientra nella categoria degli studenti al livello avanzato.

Nello scenario di cui sopra, sconsiglio allo studente di usare i contenuti di questo sito. Questo perché non penso che sia un uso ottimale del suo tempo. In uno scenario del genere, la cosa peggiore da fare è illudere lo studente e cercare di convincerlo di essere al livello avanzato.

Come ho spiegato nel capitolo 5, questo sito è una piattaforma per l'apprendimento dell'italiano. Visto che i podcast di italiano avanzato sono gratis, i loro destinatari non sono miei clienti. Di conseguenza, non ho alcun interesse a "farli sentire meglio" rispetto al loro livello di competenza in italiano. Questo sito è una piattaforma che mira a un uso ottimale del tempo e delle energie degli studenti che vogliono imparare l'italiano. Le parole chiave alla base di questo corso online di italiano sono "risultati" ed "efficienza".

Capita spesso che uno studente convinto di essere al livello avanzato non possieda i requisiti previsti. Come dicevo nel capitolo 5, un problema piuttosto comune quando si parla di livello avanzato è la discrepanza tra il livello effettivo dello studente e il livello auto-percepito. Nel complesso, le persone che sono effettivamente al livello avanzato rappresentano una percentuale esigua delle persone convinte di esserlo. La maggior parte delle persone che pensano di essere al livello avanzato non ha in realtà mai superato il livello intermedio. Questa categoria spesso comprende anche persone che hanno conseguito una laurea triennale o specialistica in lingua italiana e che tuttavia continuano ad avere serie difficoltà a interagire in italiano.

Per essere efficace, il materiale didattico deve essere adatto al livello di competenza dello studente. Se lo studente non è al livello avanzato, ma al livello intermedio, bisognerebbe aiutarlo a prenderne atto e proporgli materiali adatti al suo livello. Solo prendendo atto del proprio livello reale è possibile usare materiali adatti al proprio livello.

Sopra ho parlato di due scenari opposti, ovvero di uno scenario in cui lo studente capisce il podcast e di uno scenario in cui lo studente non capisce il podcast. Si potrebbe tuttavia presentare uno scenario per così dire intermedio, in cui lo studente capisce di cosa si sta parlando e, fatta salva qualche frase o qualche parola che non conosce, riesce a seguire il flusso del discorso. Lo studente, in sostanza, capisce quasi tutto. In uno scenario di questo tipo, lo studente può essere considerato al livello avanzato e rientra quindi tra i destinatari di questo sito web. Per beneficiare del corso online, infatti, gli studenti non devono capire tutto quello che viene detto. Per maggiori informazioni su come andrebbero usati i podcast pubblicati su questo sito su qual è il loro obiettivo, vai al capitolo 8

8. Come andrebbero usate le lezioni di questo sito

Questo sito offre una serie strutturata di podcast video che possono essere usati in vari modi. Nello scenario più semplice, lo studente può limitarsi a guardare ciascun video una volta sola e passare quindi al video successivo. Questo è l'uso che avevo in mente quando ho creato il podcast e l'uso che consiglio. La cosa migliore da fare è, secondo me, seguire il corso guardando ciascun video una volta sola. In questo modo lo studente può sfruttare in modo ottimale il tempo a sua disposizione.

Detto ciò, mi rendo perfettamente conto del fatto che ogni studente ha il proprio stile di apprendimento e le proprie preferenze. Alcuni studenti potrebbero preferire, ad esempio, una visione ripetuta dei video, ovvero guardare i video più volte di fila. Questi studenti sono liberissimi di "studiare" le lezioni guardando i video più volte. Per quanto io non consigli di farlo, in teoria lo studente potrebbe scriversi delle note e appuntarsi delle cose mentre guarda i podcast.

I podcast di questo sito online potrebbero, inoltre, essere usati da un insegnante di italiano per arricchire le proprie lezioni in classe, es. per introdurre una determinata espressione idiomatica o come base per una discussione in italiano.

Le lezioni pubblicate su questo sito hanno diversi obiettivi. L'obiettivo più evidente è quello di spiegare determinati modi di dire, proverbi o regole grammaticali con esempi chiari e concisi. In questo senso i podcast del sito intendeno aiutare gli studenti stranieri a capire determinati aspetti della lingua italiana con delle spiegazioni esplicite. Questo mira ad aiutare lo studente a fissare determinati concetti e ad organizzare conoscenze precedentemente acquisite. In questo modo lo studente può consolidare la propria competenza grammaticale ed espandere il proprio vocabolario e la relativa rete concettuale sottostante.

L'obiettivo dei podcast di questo sito, tuttavia, non è solo quello di spiegare un dato concetto o modo di dire. Questo non è, evidentemente, l'unico obiettivo dei video e non è nemmeno l'obiettivo principale. I podcast del corso, infatti, non intende sostituirsi a un dizionario.

Il valore aggiunto di queste video lezioni rispetto a un dizionario online di italiano è dato dal fatto che l'insegnante spiega l'argomento della lezione parlando come parlerebbe a un altro madrelingua italiano. Usa, di conseguenza, altre espressioni idiomatiche inserite in contesti naturali e non in contesti creati a tavolino. Di conseguenza, nell'imparare un modo di dire che viene spiegato esplicitamente, lo studente impara indirettamente altri modi di dire usati in modo spontaneo.

Inoltre, sempre rispetto alla pagina di un dizionario di italiano online, i podcast hanno il vantaggio di essere in formato audio. Questo permette di apprendere i modi di dire e gli usi idiomatici della lingua in modo naturale. Visto e considerato che spesso le espressioni idiomatiche e la lingua parlata si caratterizzano per una fonologia molto particolare (queste considerazioni valgono per l'italiano in generale ma sono ancora più vere nel caso del registro informale/colloquiale), il formato audiovisivo permette allo studente straniero di apprendere gli stessi nel modo corretto.

Vi sarà sicuramente capitato, ad esempio, di sentire stranieri che usano espressioni idiomatiche della vostra lingua pronunciandole in modo strano; oppure, meno frequentemente, stranieri che usano determinati modi di dire con un significato leggermente diverso da quello standard. Questo potrebbe essere dovuto fatto che questi stranieri hanno appreso le espressioni idiomatiche in questione leggendole su un dizionario online oppure su qualche sito. Da questo punto di vista, il formato audio visivo permette di evitare usi non canonici e una pronuncia innaturale (es. con delle pause che i madrelingua non fanno) dei modi di dire.

I podcast del sito, inoltre, possono essere concepiti come esercizio di ascolto in italiano per gli studenti al livello avanzato. Guardando i podcast pubblicati su questo sito, lo studente può migliorare la propria capacità di ascolto. Il fatto che i video siano stati registrati tutti dallo stesso insegnante non può che facilitare, in ultima analisi, l'acquisizione di un accento più vicino a quello dei madrelingua. Anche se lo studente non capisce tutte le parole, questi video possono rappresentare un ottimo esercizio di ascolto in italiano per fare pratica con l'italiano. Guardando questo podcast e gli altri podcast del corso avanzato di italiano, lo studente potrà migliorare il proprio livello di italiano e, idealmente, raggiungere livelli più alti di competenza (variamente noti come "livello di efficacia in italiano", "livello di padronanza", italiano avanzato C1, italiano avanzato C2).

Alla luce delle considerazioni dei paragrafi precedenti, è evidente che la spiegazione di un modo di dire funge da pretesto per fare pratica a 360 gradi con l'italiano.

Nelle lezioni pubblicate su questo sito vengono trattati aspetti diversi della lingua e della cultura italiana. Per quanto le lezioni si concentrino prevalentemente su aspetti lessicali/pragmatici e sulla lingua colloquiale, alcuni podcast sono dedicati a questioni grammaticali. Tra gli argomenti affrontati nel corso ci sono:

  • modi di dire italiani;
  • proverbi italiani;
  • espressioni idiomatiche italiane;
  • espressioni colloquiali italiane;
  • slang italiano;
  • fraseologismi italiani;
  • parole simpatiche e divertenti;
  • italiano colloquiale;
  • italiano informale;
  • italiano parlato;
  • errori comuni in italiano;
  • parole difficili per gli studenti stranieri di italiano;
  • curiosità sulla lingua italiana;
  • verbi modali italiani;
  • verbi pronominali italiani;
  • pronomi combinati;
  • uso dell'articolo in italiano;
  • grammatica italiana avanzata.

Il vantaggio di questo sito è che, a differenza degli altri materiali disponibili in rete, offre un vero e proprio corso strutturato e articolato. Visto che i podcast sono concepiti come parte di un corso strutturato e non come lezioni a sè stanti, consiglio agli studenti di seguire le lezioni secondo l'ordine indicato. C'è, ovviamente, un motivo per cui un podcast è stato inserito nel corso come lezione numero 1 e un altro come lezione numero 23. Per sua stessa definizione, un corso si basa su una progressione ragionata e motivata. Detta altrimenti, dietro all'ordine delle lezioni di questo corso c'è una logica precisa.

Sconsiglio di guardare le lezioni seguendo un ordine casuale e di saltare le lezioni che si pensa possano essere meno interessanti. Guardare lezioni seguendo un ordine casuale o saltare determinate lezioni è, di fatto, come seguire solo alcune lezioni di un qualsiasi corso: una cosa che rischia, evidentemente, di ridurre l'efficacia e l'utilità del corso in quanto tale.

Mi rendo perfettamente conto del fatto che studente possa essere tentato di saltare una determinata lezione perché, ad esempio, pensa di sapere già un determinato modo di dire. Premesso che lo studente è liberissimo di fare come crede e che nessuno lo costringe a guardare tutte le lezioni [ :D ], non bisogna dimenticare che l'obiettivo di ciascuna lezione non è soltanto quello di spiegare esplicitamente il costrutto o il modo di dire oggetto della lezione in questione; come spiegavo sopra, ogni lezione permette di imparare indirettamente molte altre cose. Ciascun podcast è, in questo senso, un pretesto per fare pratica a 360 gradi con l'italiano.

Da ultimo, vorrei fare una precisazione. Il corso online pubblicato su questo sito si basa sui video pubblicati sul canale Youtube unlearningitalian.org (precedentemente unlearningITALIAN), che è interamente dedicato agli studenti stranieri di italiano al livello avanzato. Anche se sul canale Youtube è presente una playlist intitolata "italiano avanzato", il corso NON segue lo stesso ordine della playlist. Nella playlist, infatti, i video vengono ordinati secondo l'ordine di caricamento (quelli in cima sono i più recenti). Nel corso, invece, l'ordine dei video dipende da altre logiche.